Regione Toscana
Ebook2020-09-29T10:25:00+00:00

Ebook

Guida all’uso delle parole scientifiche – Leggere, capire, scrivere di scienza

La situazione linguistica italiana è stata sempre complessa, mai omogenea nel corso della sua storia, e oggi italiano, dialetti, lingue delle minoranze storiche e nuove lingue immigrate convivono a creare uno spazio linguistico nazionale che continua a essere plurale.

Le contraddizioni della situazione nazionale investono le giovani generazioni condizionandone le capacità.

Leggere i testi per prepararsi agli esami universitari, scrivere una tesina, scrivere una tesi, predisporre un progetto per partecipare a una selezione dottorale, scrivere la tesi di dottorato, scrivere un articolo, esporre oralmente la materia non solo in italiano: il più delle volte le abilità linguistico-comunicative dei giovani appaiono fortemente disomogenee e tali da riflettersi sui percorsi universitari e postuniversitari, con il risultato che i giovani devono percorrere un doppio cammino di sviluppo delle proprie competenze: da un lato, quelle specialistiche e, dall’altro, quelle linguistiche.

Così, un portale come Toscana Open Research, votato alla diffusione della cultura scientifica nella società, all’ampliamento del confronto fra gli scienziati, al coinvolgimento dei giovani studenti e ricercatori, non poteva non tematizzare la questione.

La proposta che qui si presenta è centrata sul ruolo che il linguaggio e le abilità linguistico-comunicative hanno come precondizioni, come condizioni di possibilità per la gestione del discorso scientifico. La ricerca scientifica assume, come ogni pratica umana, le strutture che le danno le forme simboliche, i suoi linguaggi: il dominio dei contenuti della ricerca scientifica passa per quello delle sue forme simboliche, dei suoi modi di comunicare, di dialogare, di rendere conto di ciò che si fa.

Tutto ciò avviene nei e tramite i linguaggi, fra i quali comunque centrale è il linguaggio verbale, fatto di parole. È su tale linguaggio che si concentra la proposta che qui viene fatta.

Come sono i discorsi, i testi scientifici dal punto di vista delle loro caratteristiche strutturali? Quali sono le strutture dei testi scientifici, le abitudini di scrittura, le norme della corretta procedura di esposizione delle pratiche di ricerca? Come ci si avvicina a tali pratiche, a tali ambiti di discorso? Come rendere più efficace e adeguato il percorso di conquista di tali pratiche comunicative, che troppo spesso ancora oggi i cicli scolastici basici non riescono a garantire? Quali sono le regole della scrittura scientifica, e di che tipo di regole si tratta? Sono prescrittive? Sono regole intese come ‘regolarità’? Come cambiano queste regole nei diversi canali della scrittura, dalle tesi di laurea ai social agli articoli sulle riviste scientifiche?

A tali domande cercano di dare risposte gli ebook che qui proponiamo.

Gli ebook sono coordinati fra di loro: prendono in esame aspetti diversi del discorso scritto nelle pratiche scientifiche e propongono una rete concettuale che costituisce un quadro teorico di riferimento dell’analisi che viene fatta. Gli ebook propongono anche modelli per coloro che intendono scrivere di scienza in modo controllato, adeguato, efficace.

Oltre ai quattro ebook, il portale, nella sua sezione ‘linguistica’, propone un monitoraggio delle questioni poste dai lettori e un tutoraggio che consente un rapporto diretto fra gli utenti e gli estensori degli ebook. Anche in questo senso la proposta che gli ebook fanno è aperta: ognuno di loro attiva rinvii a altre opere e a altri portali e siti internet; la stessa fruizione degli ebook diventa un percorso non chiuso, ma costantemente implementabile nel dialogo diretto fra utente / destinatario e autori degli ebook.

Il nostro auspicio è che questi ebook siano utili, servano effettivamente a chi intende navigare nel portale Toscana Open Research e a chi intende dedicarsi alla ricerca scientifica: che va rendicontata, detta, raccontata, diffusa con le parole, quelle di tutti e di tutti i giorni.

Professor Massimo Vedovelli
Università per Stranieri di Siena